Francesco Di Tacchio ha rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano “Il Mattino”:  “E’ stato un pensiero fisso, è normale avere un po’ di paura fin quando non arriva l’ufficialità. Ci siamo confrontati spesso tra compagni. La società è stata sempre sicura di ciò che stava facendo e noi ci siamo fidati ciecamente. Siamo felici che tutto si sia risolto e siamo pronti alla nuova stagione.  Ho vissuto situazioni peggiori. Quand’ero a Pisa la società era assente, non c’era niente. Quell’esperienza mi ha fatto capire tante cose. Stavolta è diverso. Ammetto che Lotito ci mancherà: ha una personalità forte, quando doveva spronarci lo faceva sempre con parole e i tempi giusti. Ora è stato nominato un nuovo amministratore, spero di conoscerlo presto. Quanto alla vendita, quando arriveranno offerte, chi di dovere saprà valutarle. Ma sono cose che non riguardano noi giocatori. Dobbiamo concentrarci sul campo, all’orizzonte c’è un campionato nuovo, difficile, ma allo stesso tempo un’occasione importante”