«Dateci tempo, non è ancora il vero Toro». Il grande ex della sfida Mirko Valdifiori predica pazienza e prende il lato positivo dello scialbo 0-0 contro l’Empoli. «Non subire gol è sempre un merito – dice il regista -, ma è vero che da questa partita ci aspettavamo molto di più. Volevamo riscattarci dopo la sconfitta contro l’Atalanta, ma le cose non sono andate secondo i piani: dopo un buon primo tempo, nella ripresa abbiamo trovato più difficoltà e non siamo più riusciti ad incedere. Belotti ci manca, inutile negarlo, ma Boyè ha fatto bene. Dobbiamo solo pensare a lavorare».

 Se il Toro è ancora incartato, anche la sua mente pensante ha ampi margini di miglioramento. «Sono arrivato l’ultimo giorno di mercato – ancora Valdifiori -, cioè nella condizione peggiore per un calciatore. Avessi alle spalle già un mese con i nuovi compagni, la musica sarebbe diversa. Invece devo ancora capire bene cosa mi chiede l’allenatore: ci arriverò, ma il feeling con la squadra è già cresciuto rispetto alla prima volta».
Fonte: La Stampa