Il difensore del Pescara Gennaro Scognamiglio ha parlato ad una settimana dalla sfida contro la SPAL: “Secondo me il fatto di veder finalmente una squadra che ha trovato le distanze in campo, compatta e che è stata a combattere su ogni pallone ci ha aiutato tanto col Cittadella, la nota positiva è proprio questa: aver visto una squadra che copre bene il campo, corre bene e che cerca comunque di combattere – riporta Pescarasport24.it -. Non era facile, il Cittadella è una squadra fastidiosa e rognosa, che ti mette in difficoltà, quindi sicuramente sono contento di aver visto un Pescara così. E questa cosa ha fatto la differenza per il risultato. Sul piano personale, è stata una gara importante dopo un po’ di tempo. Certe volte, visto anche il momento difficile, non riesci ad esprimerti bene ma la partita col Cittadella è stata una buona gara, da parte di tutti. Anche a livello fisico sono cresciuto, data la mia stazza fisica ci vuole un po’ di tempo per carburare ed entrare in forma. Nel ruolo in cui sto giocando non lo avevo quasi mai ricoperto, quindi ci sono delle situazioni nuove per me. Ma non è un problema. Cosa è cambiato per il Pescara? Le mie dichiarazioni del post Frosinone non erano per dare colpe ma per capire quello che stava accadendo, sicuramente quando fai un modulo nuovo come il 3-4-2-1 ci vuole del tempo per assimilare schemi e distanze. Non riuscivamo a esprimerci sul campo, ma con il Cittadella qualche miglioramento c’è stato e si è visto dal risultato e da come la squadra ha reagito. In un campionato di B molto equilibrato devi essere perfetto tatticamente per poter portare qualche punticino a casa. Da questa vittoria dobbiamo ripartire, per essere più consapevoli di questa forza perchè facendo così possiamo giocarcela con tutti. Dobbiamo continuare su questa squadra, senza pensare di aver risolto tutti i problemi che avevamo. Non ci nascondiamo, dobbiamo parlare chiaro e dirci le cose in faccia per il bene comune e onorare il Pescara, e lo abbiamo sempre fatto: non tutti i problemi si risolvono con una vittoria, ma secondo me molti problemi si mettono alle spalle. Ci sarà qualche giocatore scontento e qualcuno contento, ma in questa squadra tutti i giocatori si sono messi a disposizione del tecnico, che è ancora qui con noi e ne siamo contenti. Lo abbiamo dimostrato sul campo che vogliamo andare avanti e fare bene per noi stessi e per il Pescara. La rosa di quest’anno secondo me è forte, con giocatori importanti. Siamo stati un po’ sfortunati, avendo avuto tanti infortuni e tanti cambi di moduli proprio per questo. E’ una squadra allestita per fare un buon campionato e non per essere all’ultimo posto”.