Questa sera Jordan Veretout scenderà in campo da grande ex della partita. Per lui Fiorentina-Roma non sarà una gara normale: per i due anni intensi vissuti a Firenze che lo hanno consacrato come uno dei centrocampisti più importanti della Serie A, ma sarà soprattutto una serata particolare per il ricordo di Davide Astori, suo ex capitano e amico. Per ricordarlo ha promesso di scendere in campo sempre dando il massimo come faceva il difensore centrale, così anche questa sera proverà ad aiutare la Roma a prendere tre punti e scacciare la delusione del ko contro il Milan. Ma anche contro i rossoneri Jordan è stato il migliore in campo, confermando un’ottima condizione e una stagione strepitosa: “La grande stagione di Jordan non è inaspettata. Ho sempre saputo delle sue potenzialità e sono sempre stato convinto che potesse giocare a grandi livelli”Mario Giuffredi, agente di Veretout, non è stupito del rendimento del francese. “Siamo felici, ma ci non ancora tante partite da giocare nel migliore dei modi, e poi alla fine tireremo le somme sulla stagione che avrà disputato – ha dichiarato al Corriere dello Sport -. Alzare bandiera adesso sarebbe sbagliato, lui deve fare bene fino alla fine altrimenti viene vanificato il lavoro fatto fino a oggi”.

Dieci gol in campionato, Fonseca ha vinto la scommessa. 
“Io e Jordan abbiamo fatto una nuova scommessa che arriverà a segnare quindici gol, ma poi dopo ogni partita giocata mi chiama e mi dice che vuole farne altri. La scommessa di base è arrivare a quindici in campionato e diciotto stagionali”. 

Veretout è il secondo centrocampista francese dopo Platini ad andare in doppia cifra in Serie A.
“Jordan deve essere orgoglioso di esserne orgoglioso. Adesso però mi auguro e mi aspetto che la Francia lo convochi. Per quello che ha dimostrato Jordan è giusto che venga preso in considerazione per una maglia del suo Paese”.

Sarà il grande ex di Fiorentina-Roma.
Quella di stasera è una partita che sente molto, perché ringrazierà sempre la Fiorentina per averlo portato in Italia. È grato all’ambiente viola per avergli dato l’opportunità di giocare in Serie A e farsi conoscere meglio”. 

Sull’incontro con Tiago Pinto.
Tiago Pinto mi ha fatto una grandissima impressione. Idee chiare, molto disponibile ad ascoltare e disposto al dialogo: una ottima presentazione. La Roma ha scelto un grande dirigente per poter programmare un futuro importante se viene supportato nei momenti di difficoltà.

Presto il rinnovo.
“Ne abbiamo parlato, ci aggiorneremo tra un mese per portare avanti la trattativa. Il Napoli? Non ci interessa…”.