Mario Giuffredi, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

“I miei assistiti sono vogliosi di misurarsi anche con un tecnico come Ancelotti, diverso da Sarri che avevano già avuto in carriera. Con Sarri erano magari più oppressi, è molto meticoloso, con Ancelotti c’è più libertà e sono più liberi di testa. Cambiata la fase difensiva? Sì, ha preso tre gol ma hanno affrontato 3 gol da Lazio e Milan che s’è rinforzato, potevano arrivare anche l’anno scorso. Bisogna trovare degli equilibri, ma serve un po’ di rodaggio perché i terzini spingono di più.

Rinnovo Hysaj? Già ne stavamo parlando a maggio, poi col discorso di Sarri c’era la possibilità Chelsea e ci siamo fermati. Abbiamo aspettato la fine del mercato, finito ci siamo dati appuntamento a settembre dopo le vacanze di cui abbiamo bisogno. Elseid è ben disposto a parlarne, ci ha sempre creduto nel Napoli, non è rimasto deluso ma sempre voglioso per stupire con la squadra. Interessa più al Napoli rinnoare perché scade nel 2021, a fine stagione avrebbe solo due anni. Per un 24enne, tra i più forti d’Europa nel suo ruolo, non sarebbe positivo per il Napoli averlo vicino alla scadenza. Clausola? Il presidente era disponibile a togliere la clausola, ne abbiamo già parlato.

Grassi-Sepe a Parma? Si trovano bene. Sono contento per Sepe perché sta dimostrando di essere un portiere forte, poteva dire la sua anche a Napoli, potrà farlo forse in futuro. Ha serenità e personalità, io l’ho sempre detto quando non giocava che è tra i più forti in Italia. Per Grassi c’è bisogno della squadra, ha cambiato molto e serve rodaggio e molti elementi devono trovare anche la condizione. Farà un grande campionato”.