Alfredo Donnarumma è raggiante per la promozione del suo Brescia in Serie A. L’attaccante, il giorno dopo l’aritmetico approdo nella massima divisione, ha parlato attraverso il microfono di Sky Sport. “La Serie A – ha detto – non deve metterci paura, ma corona un sogno. Volevo vincere questo campionato e sono contento per Dessena, ci ha dato una mano da gennaio e sono felice che abbia siglato il gol decisivo contro l’Ascoli. Va benissimo così”.

Ha segnato ben 25 gol, qual è il più bello? “Per me i gol sono tutti fondamentali, l’importante è portare a casa punti. Se proprio devo indicare qualche rete dico il secondo gol in casa contro il Verona o la tripletta con la Salernitana, ma di gol belli ce ne sono tanti”.

Qual è la tua sensazione dopo i tanti gol segnati? “Non è male, per un attaccante non c’è cosa più bella di riconfermarsi. Venivo da una situazione importante, volevo riconquistare quanto mi hanno tolto. Sono felice per quanto fatto”.

A chi dedica la promozione? “Mia moglie, i miei genitori, i miei figli, il mio procuratore Mario Giuffredi. Mi sta dando davvero tanto, questa promozione è anche merito suo”.

Resti a Brescia anche il prossimo anno? “Più di portare i numeri dalla mia parte, non posso fare. Chi vuole Donnarumma, deve tenerselo stretto. L’ho meritato. Ho altri tre anni di contratto. Sto benissimo qui, credo che per il prossimo anno non ci saranno problemi”.

Aiuti anche gli altri attaccanti a fare bene. “A me piace giocare con altri interpreti in attacco, così è più facile fare bene. Torregrossa ha fatto bene, se lo merita. Lavora tanto, anche lui è esploso quest’anno e mi fa davvero piacere”.

Tonali piace ai top club, gli dai un consiglio? “Gli consiglio di restare, di giocare un anno in Serie A da protagonista a Brescia per poi prendere il volo. E’ giovane, ha grossi margini di miglioramento. Spero possa crescere qui per poi andare in un top club. E’ un bravissimo ragazzo, credo debba restare un altro anno con noi per crescere ulteriormente”.