I playout di Serie B sorridono alla Salernitana, che supera ai rigori il Venezia e conquista una soffertissima salvezza. A realizzare il penalty decisivo ci ha pensato un indomito Francesco Di Tacchio. “Ho sempre cercato di onorare nel migliore dei modi questa maglia. Per un calciatore non c’è emozione più bella di segnare il gol della vittoria in una partita così importante”.

Il capitano ha trascinato la Salernitana ed i compagni alla salvezza: “E’ stata un’annata difficilissima ma con lo spirito di gruppo che abbiamo sempre avuto siamo riusciti a regalare una gioia e non un dispiacere a questa città, a questo popolo”.

“Quando entri nei vortici negativi è difficile uscirne. Da quando è arrivato Menichini l’assetto tattico si è compattato tra i reparti ma siamo riusciti a tirare fuori il massimo dal profondo di ognuno di noi”.

Il momento più difficile di questa partita? “Quando siamo andati in svantaggio è subentrata un po’ di paura e l’espulsione di Minala è stata una mazzata incredibile. Eppure abbiamo trovato forze ed energie incredibili. Dedico questa vittoria e la salvezza alla mia famiglia ed alla mia ragazza che mi sono stati sempre state vicino”