Perché se da una parte l’avversario di turno, vale a dire l’Udinese, ha voglia di vincere per allontanare la zona retrocessione, dall’altra Baroni e i suoi ragazzi hanno il dovere di onorare la stagione fino al termine. Per loro stessi, per la società e soprattutto per i tifosi che non hanno mai smesso di incoraggiarli.  La terzultima seduta di allenamento si è svolta ieri mattina nella struttura della Città dello Sport. Tutti presenti ad eccezione di Viviani che ha lavorato comunque a parte, mentre Salamon, Gori e Chibsah si sono sottoposti esclusivamente a una seduta di fisioterapia. E a proposito di quest’ultimo, che si era fermato mercoledì per un fastidio al ginocchio, ieri ha svolto gli esami strumentali all’arto infortunato che hanno dato esito negativo. A questo punto le sue condizioni verranno valutate quotidianamente e al momento la sua presenza tra i convocati per la partita di dopodomani resta in forte dubbio.  Restando in tema di assenze, contro i friulani il Frosinone dovrà rinunciare sicuramente all’estremo difensore Marco Sportiello, fermato per una giornata dal giudice sportivo dopo aver subìto il quinto cartellino giallo stagione nella partita di Reggio Emilia contro il Sassuolo.  Al suo posto è pronto Francesco Bardi. Per l’ex portiere dell’Inter si tratta dell’esordio stagionale, ma soprattutto di un ritorno in campo per lui dal sapore del tutto particolare. In primo luogo perché non veste una maglia da titolare addirittura da metà del girone di ritorno della passata stagione (si infortunò nel corso del primo tempo della trasferta di Avellino, ad aprile 2018), ma soprattutto perché a differenza di Sportiello, arrivato in Ciociaria con la formula del prestito, Bardi ha un contratto con il Frosinone per altre due stagioni e quindi, a meno di clamorose svolte, sarà lui a difendere la porta dei giallazzurri anche nella prossima stagione di Serie B.  Rimanendo in tema di formazione anti Udinese, davanti a Bardi dovrebbe rivedersi il terzetto delle ultime due gare. Vale a dire quello composto da Goldaniga, Ariaudo e Brighenti. Scontata anche l’assegnazione delle due maglie di centrocampo per quel che concerne gli esterni: Paganini agirà sulla destra con Beghetto a sinistra. Qualche dubbio invece per quanto riguarda i tre centrali, anche se Cassata, Sammarco e Valzania appaiono in vantaggio nei confronti di Chibsah e Maiello. In attacco, infine, soliti cinque calciatori per due maglie: Ciofani, Dionisi, Ciano, Trotta e Pinamonti.